domenica 31 luglio 2011

Anche questo anno, il ritorno di Tajarin ai Funghi Porcini

Una notizia ai cari lettori.

Proprio da ieri sabato 30 luglio 2011 sera, sono ritornati sul menù del Bandini i Tajarin ai Funghi Porcini che provengono dal Monferrato Astigiano, profumati, teneri e carnosi.

La previsione dice che tra non tantissimo ritorneranno anche i Funghi Porcini Fritti, caldi caldi.

Un po' prestino rispetto agli altri anni, ma cosa c'è di male, anche se un po' di caldo è tornato, tanto la sera fa abbastanza fresco.
Poi quando ci sono i funghi, l'appetito ci viene sempre.

No??

.

giovedì 28 luglio 2011

L'articolo su COOLTO magazine n.6 luglio/agosto 2011




IL RESPIRO SINCERO DELLA NATURA ASTIGIANA


"...Attraversammo una zona di colline basse. La strada era fiancheggiata da siepi, oltre le quali si stendevano i vigneti ben curati...".
Siamo nel Middle West, tra le righe dello scrittore americano John Fante, ma si scorge un che della terra astigiana dove si trova il ristorante di Portacomaro che, nel nome, omaggia l'antieroe dei romanzi di Fante, Arturo Bandini.

L'insegna annuncia: "Dopo i ristoranti tipici, tradizionali, a conduzione familiare, tecnoemozionali, contemporanei, molecolari, creativi: Bandini, Ristorante RiCreativo".
L'arredamento è minimalista, con lampade di modernariato, locandine di festival jazz e una Guzzi del '72 in sala.

Lo chef Massimo Rivetti e Maurizio (sic) Bera, maitre di sala, la chiamano 'Stranezza dell'artista', perché si sentono artisti e tali si dimostrano.
Niente genio&sregolatezza però: artisti concreti, seri, dedicati, tanto da fare del proprio mestiere un'arte.
E quell'arte si vede, nei modi affabili e sinceri e si gusta, nelle ricette di una cucina che lo chef definisce 'ortodossa, audace, naturale'.

"Non c'è giorno che non si faccia il fondo bruno" racconta Massimo e "le ricette locali si preparano nel rispetto della tradizione astigiana".
Ripensi al Gallo nostrano alla Babi* e ti convinci, come convincono il vitello tonnato e i tajarin alla monferrina.

Perché audace questa cucina di territorio?
"Talvolta -spiega Massimo, le ricette locali vengono scomposte e ricomposte, per crearne di nuove, figlie della tradizione rinnovata.
Ma nelle mie ricette, non c'è molto da interpretare, vanno semplicemente mangiate, voglio che sia la natura stessa a respirare su ogni portata". Ripensi alla bavarese al Barolo Chinato con Sbrisolona alle Nocciole Piemonte, agli aromi raccolti nell'orto casalingo e respiri.



Il marchio di fabbrica di questa provincia però, è nella forma geografica: un grappolo d’uva tra Monferrato, Langa e Roero.
Sappiamo che non tutti i grappoli sono uguali, e così i vini: alcuni portano in sé l'amore di chi li ha cercati e conquistati.

Cascina Tavijn è tra questi. Superata Portacomaro, verso Scurzolengo, si incrocia una strada sterrata che porta alla cascina del 1908.
Oggi, è la quarta generazione di vignaioli a produrre: 5 ettari vitati bio, 20.000 bottiglie annue, grignolino, barbera e ruchè.
Quasi un secolo fa il bisnonno Tavijn Ottavio, dà vita a tutto; con la stessa energia e convinzione, oggi Nadia, degna discendente, sceglie uve biologiche.

"Vorrei avessero una personalità" dice, parlando dei suoi vini: Barbera, Ruchè, vitigno autoctono riscoperto, Zanel, e, ultimo solo nell'elenco, Grignolino.
In cantina si applicano tecniche antiche, come la vinificazione a cappello sommerso** e si usa tanto acciaio quanto il cemento vetrificato, perché elevata capacità di conservazione dei materiali li rende importanti per il vino, in termini di nettezza e pulizia di gusto.

Bisogna assaggiarli questi vini, affidarsi al consiglio schietto di Nadia, che certo saprà condurvi con la stessa risolutezza con cui sa che "bisogna comprendere la potenzialità di crescita della pianta".


* Antica ricetta delle osterie locali: gallo cotto al forno, bagnato con vino Barbera insieme a verdure miste.
E' detto 'Alla Babi (rospo in astigiano)', perché si usa posizionare un mattone sullo stesso durante la cottura, perché insaporisca e così, schiacciate dal peso, le cosce sembrano le zampe di un rospo, che in estate si nasconde sotto un sasso per stare al fresco.

** La vinificazione in rosso con il cosidetto "cappello", cioè l'insieme delle parti solide portate al sommo della vasca dallo svolgersi dell'anidride carbonica, mantenuto immerso nel liquido fermentante con qualche apposito dispositivo, risale a molto tempo addietro.


Ristorante Bandini
Via Cornapo' (=strada provinciale 38), n.135
14037 Portacomaro, AT
Tel: + 39.0141.299252
Chiusura: lunedì

Cascina Tavijn
Reg. Monterovere, 14030 Scurzolengo, AT
Tel: + 39.0141.203187





COOLTO magazine
PUNTO ZERO Edizioni
viale Gramsci 141
10095 Grugliasco TO
tel&fax 011.7807531

.

martedì 26 luglio 2011

I Primi d'Italia - Lazio: 2-10 agosto 2011



La 15a puntata de "I Primi d'Italia" sono le Fettuccine alla Romana del Lazio.

Si tratta di fettuccine con ragù di pomodoro, frattaglie di pollame, manzo, in po' di prosciutto crudo, funghi secchi, cipolla ecc.

Al Bandini, potete gustare queste fettuccine da martedì 2 a mercoledì 10 agosto, a pranzo e a cena!

Info: tel. 0141.299252

.

giovedì 21 luglio 2011

lunedì 18 luglio 2011

Tutti i fiori gialli dell'estate 2011



Questo anno fiori gialli abbondano.
Ne abbiamo davvero da vendere.



L'addetto alle composizioni floreali è il maître Bera.




Piccole composizioni sulle tavole.









Ecco, dove si trovano alcuni di quei fiori gialli.




Sono curati dai genitori dello chef Rivetti.



.

giovedì 14 luglio 2011

I Primi d'Italia - Toscana: 21-31 luglio 2011



La 14a puntata de "I Primi d'Italia" è la Pappa al Pomodoro della Toscana.

Si tratta di una pietanza contadina fresca in cui vengono impiegati del pane raffermo, pomodoro, aglio, basilico e olio extravergine d'oliva.

Al Bandini, potete gustare questa pappa da giovedì 21 a domenica 31 luglio, a pranzo e a cena!

Info: tel. 0141.299252

.

martedì 12 luglio 2011

Maccheroni con le Fave Ingrecce



E' stata realizzata alla 13a puntata di quell'evento irripetibile "I Primi d'Italia", ed è questa l'interpretazione dello Chef Rivetti.

.

Carta cena da luglio 2011 aggiornata

             ::: APERITIVO :::

L'Acciughina al Verde e Il Flûte di Bollicine de "La Scolca"
7.00 euro





             ::: ANTIPASTI :::

* Le Verdure *

Nido di Scarola con Uovo Bazzotto e Tartufo Nero
9.00 euro

Charlotte all'Ortolana
8.00 euro



* Il Pesce *

Tartare di Ombrina Affumicata
(Prodotto ottenuto da pesce fresco e affumicato dallo Chef)
11.00 euro

Capitone e Zucchine in Carpione
10.00 euro

Code di Gambero Rosso di Mazara del Vallo (cattura, non allevamento)
e Gaspacho di Sedano e Borragine
15.00 euro



* Il Vitello "da Fassone" Piemontese *

Carne Cruda all'Astigiana
9.00 euro

Vitello Tonnato
9.00 euro





               ::: PRIMI PIATTI :::

* La Zuppa del Giorno *

Zuppa Fredda di Pomodori e Pesche
8.00 euro



* La Pasta Fatta a Mano *

Tajarin al Coltello alla Monferrina
9.00 euro



* La Pasta all'Uovo Ripiena Fatta a Mano *

Agnolotti Gobbi al Sugo d'Arrosto
9.00 euro

Plin di Verdure e Parietaria all'Acciuga e Timo
9.00 euro



* I Cereali *
Enkir Mantecato con Taccole e Fondo di Crostacei
10.00 euro





               ::: SECONDI PIATTI :::

* Il Pesce *

Baccalà Confit al Timo Limonino
15.00 euro

Trance di San Pietro (cattura, non allevamento) con Peperoni Friggitelli
18.00 euro



* La Carne Rossa *

Il Fricandò (Dal 1782 sulle tavole astigiane)
12.00 euro

Magret di Anatra Ficata
15.00 euro

"Madama Piemonteisa" alla Griglia
30.00 euro





*** Selezione di Formaggi con Cogna' 9.00 euro ***

giovedì 7 luglio 2011

Carta di dessert di luglio 2011 aggiornata

Bônet Astigiano
€ 6.00

Gelato alla Crema con Composta di Arance Speziate
con Arance Amare di Hyères - Limited Edition
€ 7.00

Parfait al Cioccolato Fondente
€ 6.00

Macedonia di Frutta e Verdura con Sorbetto all'Anguria
€ 6.00

Mousse al Torrone "Barbero"
€ 6.00

.

martedì 5 luglio 2011

I Primi d'Italia - Marche: 12-20 luglio 2011



La 13a puntata de "I Primi d'Italia" sono i Maccheroni con Le Fave Ingrecce delle Marche.

Si tratta di maccheroni con le fave sbollentate e poi saltate con aglio, menta e peperoncino.

Al Bandini, potete gustare questi maccheroni da martedì 12 a mercoledì 20 luglio, a pranzo e a cena!

Info: tel. 0141.299252

.

venerdì 1 luglio 2011

Manfricoli al Rancetto



E' stata realizzata alla 12a puntata di quell'evento irripetibile "I Primi d'Italia", ed è questa l'interpretazione dello Chef Rivetti.

Vengono serviti in questo modo, con una grattatina di pecorino:



.